Menu

Onorare la vita insieme: un’occasione che diventa privilegio quotidiano

Cari amici, voi che ci seguite su queste pagine sapete che abbiamo faticato un po’ per convincere la nostra Presidente a festeggiare, anche quest’anno, il suo compleanno. La festa c’è stata e, per chi non fosse intervenuto, è stato un successo. Non solo perché Micaela sembra aver capito che per i prossimi compleanni non dovrà più discutere sul da farsi, ma, soprattutto, perché ancora una volta tutti voi che volete bene a Farfalle di luce avete confermato la generosità dei vostri cuori.

C’erano tanti amici, di lunga data e di più recente conoscenza, accomunati dalla condivisione di una meravigliosa avventura che, Micaela non manca mai di ripeterlo, nemmeno le più rosee previsioni avrebbero ipotizzato potesse spingersi così lontano. Invece l’altra sera ci siamo trovati ancora una volta a testimoniare quanto gli esseri umani siano capaci di fare. Tantissimo.

Farfalle di luce, con la presenza, l’aiuto e il supporto di tutti i suoi amici ha potuto realizzare delle cose meravigliose. Come ci hanno raccontato, nel corso della serata, ospiti che ne hanno fatto esperienza personale.

Dalla viva voce di Rosalì Amelotti, madrina del progetto Same Hands in Tanzania, è arrivato un aggiornamento sull’attività di supporto riabilitativo fisioterapico a bambini con problemi neuromotori. Un prodotto dell’insegnamento in loco, ad opera di professionisti italiani, è il giovane fisioterapista di 22 anni, recettivo, pieno di voglia di fare e di imparare, che oggi esercita anche grazie a Farfalle di luce sostenitore dei costi del suo stipendio.

Silvia Pitzalis, ci ha emozionato, con il racconto di quella che ha definito l’esperienza più bella della sua vita (puoi leggere tutti i dettagli della sua esperienza cliccando qui). È partita per l’Argentina con il timore di restare traumatizzata dalla realtà che sapeva avrebbe trovato e ha incontrato, invece, amore gioia e serenità. Doni incondizionati da parte di bambine e adolescenti che non sono nate fortunate come noi, ma che grazie allo straordinario lavoro fatto a Los Horneros da Carlos Lombardi e dal suo team si svegliano tutte le mattine con il sorriso e vanno avanti guardando ad un futuro luminoso.

Laura Capelli, madrina della JSS School, è appena tornata dall’India e, a distanza di 5 anni dalla prima volta, ha toccato con mano i passi da gigante che sono stati fatti per i bambini della scuola e per l’intera comunità di Bodhgaya. Il grande impegno di Sudhir, anima del progetto, è volto a dare quanti più possibili strumenti per accedere al mondo del lavoro. Al di là dell’opportunità di avere potuto imparare l’inglese, che è tantissimo, c’è la volontà di avviare azioni concrete che possano essere al tempo stesso percorso di studio prima e attività vere e proprie poi, con ritorni economici da ricollocare nel sostentamento della scuola.

La presenza delle amiche di Micromondo, ci ha ricordato, infine, che lavorare insieme rappresenta il privilegio di poter fare qualcosa di buono.

Il compleanno di Micaela ci ha regalato una serata di quelle che fanno bene al cuore. Il merito va anche alle emozioni che ci hanno fatto vivere il clarinetto di Danila Musikhin e la voce di Altea Pivetti, oltre che dell’atmosfera calda e accogliente del Vecchio Cotonificio di Villasanta che ci ha ospitato con professionalità, simpatia e generosità.

Farfalle di luce ci sta insegnando quanto tutti noi funzioniamo in rete e, uno più uno più uno senza fine, di quante cose straordinarie possiamo fare insieme. Perché il segreto è quello di essere solidali, di non pensare che l’altro sia qualcosa di diverso da noi, che non ci riguardi. Tutti ci riguardano.

Share this Post!

About the Author : admin


0 Comment

Leave a Comment

Your email address will not be published.

Related post

  TOP